domenica 16 dicembre 2018

S.Messa e raccolta viveri - 15 Dicembre 2018


PALERMO- CANICATTI’- SIRACUSA

Per iniziativa dei rispettivi Vicariati è stata celebrata la Santa Messa in preparazione del Santo Natale, suggellata dalla raccolta di generi alimentari da donare alle comunità ecclesiali che hanno accolto gli Ordini dinastici.

Nella chiesa di Maria Santissima della Pietà ha celebrato il sacro rito il rev.do don Giuseppe Di Giovanni,  neo parroco dell’antica chiesa conventuale domenicana, ove sono custodite reliquie della Beata Margherita di Savoia: con il vicario per Palermo e vice delegato, gr.uff. amm. Giuseppe Siragusa e gli insigniti sono intervenuti i soci della Delegazione prov.le INGORTP e i confrati di “Santa Rosalia ai sacchi”.




Nel Santuario della Madonna della Rocca di Canicattì ha officiato la Santa Messa, unitamente a don Sebastiano Rossignolo, parroco di San Bartolomeo in Enna, il rev.do don Giacomo Zangara, uff. OSML, Vicario per Agrigento, Caltanissetta ed Enna degli Ordini Dinastici, che ha portato il saluto di S.E. il Vescovo di Piazza Armerina, Mons. Rosario Gisana, comm. OSML: l’evento è stato collaborato dalle Delegazioni provinciali dell’INGORTP ricadenti nel Vicario e quella di Trapani, tutte intervenute con numerosi soci e i rispettivi labari. Dopo la funzione gli intervenuti hanno reso omaggio alla tomba del venerabile Padre Gioacchino La Lomia.



Nella chiesa di San Paolo Apostolo in Siracusa il rev.do mons. Thomas Rohr, uff. OSML, che ha recato il saluto di S.E. il Vescovo di Noto, Mons. Antonio Staglianò, Priore per la Sicilia degli OODD, ha celebrato la Santa Messa alla presenza del Delegato per la Sicilia e degli insigniti di Siracusa e Catania e dei Soci della Delegazione provinciale INGORTP. Ha assistito il rev.do don Rosario Lo Bello, parroco della chiesa, al quale sono state rimesse le insegne e il diploma di Ufficiale dell’OSML.

Il Corpo delle IIVV CRI, per disposizione dell’Ispettrice per la Sicilia, S.lla Anna Di Marzo, ha inviato una sua rappresentanza a Palermo e a Siracusa e ha contribuito alla raccolta dei generi alimentari.
Al termine delle cerimonie è stata data lettura del messaggio augurale inviato dal Gran  Priore S.E. Mons. Paolo De Nicolò.




Messaggio augurale del Gran Priore S.E. Mons. Paolo De Nicolò


mercoledì 5 dicembre 2018

Messina: cerimonia 1 Dicembre 2018


1 DICEMBRE: GIORNATA CONCLUSIVA DELLE CERIMONI PER 
IL 110 FONDAZIONE IIVV CRI

Il 1 dicembre dinnanzi al monumento a S.M. la Regina Elena e nella splendida cornice di una formazione di Crocerossine sull’attenti,  l’Ispettrice Nazionale del Corpo II VV CRI S.lla Monica Dialuce Gambino, con il Delegato per la Sicilia e il Vicario per Messina, Uff. Don Andrea Di Paola, ha deposto una composizione di violette e ha scoperto la targa marmorea, con lo stemma degli OODD  e della CRI dedicata alla Sovrana benefattrice della Città terremotata.
L’evento è proseguito presso l’Aula Magna della Scuola VTMIS della Guardia Costiera dove una Tavola Rotonda, dopo l’esecuzione dell’Inno nazionale e dell’Inno sardo e la lettura del messaggio inviato  da S.A.R. Vittorio Emanuele di Savoia, Gran Maestro degli OODD  per le importanti iniziative celebrative, ha rievocato le tappe principali della storia del Corpo delle Infermiere Volontarie, il ruolo della  Regina Elena e della Regina Maria Josè e delle altre Principesse di Casa Savoia in relazione alla Croce Rossa nei periodi di pace e di guerra.








domenica 2 dicembre 2018

110° Anniversario del Corpo delle Infermiere Volontarie della CRI - Messina







Nella ricorrenza dei 110 anni dal primo impiego del Corpo delle II VV CRI in occasione del Terremoto di Messina, grande attenzione è stata dedicata all’evento della scopertura di una targa marmorea, presso il complesso dei PP. Rogazionisti, con la quale ricordare l’esistenza di un ospedale della Croce Rossa in cui molte Infermiere Volontarie, pur nella prova, operavano con umiltà per alleviare le sofferenze dei combattenti e quelle dei civili vittime dei bombardamenti durante la II Guerra Mondiale. L’evento, organizzato dagli Ordini Dinastici di Casa Savoia - Vicariato di Messina e dall’Ispettorato del Corpo delle II VV della Croce Rossa Italiana, ha teso rinnovare alla memoria fatti e circostanze legati ad un periodo storico molto complesso per la Città e per tutta la Nazione.
L’iniziativa del 15 u.s. ha preceduto ulteriori due momenti previsti giovedì 22 e sabato 1 dicembre p.v., quando altre due targhe saranno inaugurate e benedette presso l’Istituto Verona-Trento e il monumento della Regina Elena.
Le successive cerimonie, saranno arricchite da una Tavola Rotonda ospitata nell’Aula Magna della Guardia Costiera -Base Navale di Messina, allorquando saranno tratteggiati i legami intessuti tra Casa Savoia e la Croce Rossa Italiana, ed in modo speciale tra la Regina Elena ed il Corpo delle Infermiere Volontarie CRI.
DT









Nella splendida cornice della grande sala del gymnasium dell’Istituto Verona -Trento - Majorana di Messina, il 22 u.s. si è svolta  la seconda Giornata dedicata ai 110 anni del primo impiego del Corpo delle II VV CRI.
Dopo gli interventi del Sindaco della Città peloritana, che ha voluto binare dopo la prima Giornata delle Celebrazioni, della Dirigente scolastica, del Vicario degli OO.DD.SS. per Messina, e dell’Ispettrice provinciale  delle II VV, si sono via via succeduti i contributi tesi ad inquadrare il contesto storico in cui nacquero ed operarono le crocerossine.
Tra i punti messi a riflessione, l‘importanza del servizio e la missione del soccorso, temi che non solo si annodano alla lunga tradizione degli Ordini Dinastici di Casa Savoia, ma che si riflettono pure sulle ragioni di nascita del Corpo delle Infermiere Volontarie CRI, tenuto a battesimo dalla Regina Elena nel 1908.
L’evento, seguito con grande attenzione dal pubblico che gremiva la tribuna, si è arricchito della proiezione di un filmato di repertorio riguardante il Regio Ospedale n° 97 della Croce Rossa, sorto durante la I G.M. nei locali del nucleo originario dell’attuale edificio ove è Istituto scolastico Verona-Trento – Majorana.
Quindi una esibizione della Banda della Brigata Aosta, con l’esecuzione di alcuni brani musicali, e la lettura dei componimenti realizzati da tre studenti della III, della IV e della V classe, hanno concluso la prima parte della Giornata.
Il programma è poi proseguito con la svelatura e la benedizione di una targa marmorea posta a futura memoria all’interno dell’Istituto e relativa ai fatti del Regio presidio della CRI, cui è seguita la mostra sui cimeli storici messi a disposizione dal Gen. Br. (san) Messale, e la visita guidata alla galleria ove, una esposizione d’epoca inerente la Real Cittadella, ed una riproduzione su scala della stessa, hanno chiuso il cerchio delle iniziative previste per l’occasione.
L’appuntamento  è dunque a sabato 1 dicembre, quando ci si ritroverà al monumento alla Regina Elena, sito in Largo della Seggiola, per omaggiare con riconoscenza e gratitudine la Sovrana d’Italia, rimasta ab origine nel cuore dei messinesi sin dal Terremoto del 1908, ed ancora una Tavola Rotonda, presso l’Aula VTMIS dalla Guardia Costiera, ne tratteggerà le doti umane e cristiane, fermento vivo ed ispirazione per le Sue crocerossine, oggi come allora impegnate sul vastissimo fronte della carità e dell’operoso servizio al prossimo.

DT

01 DICEMBRE 2018